• home
  • Laboratori e servizi - beni archeologici

Beni archeologici

Si occupa della conservazione del patrimonio archeologico, compreso quello subacqueo, sia musealizzato che in situ.  Tra i suoi compiti rientra la progettazione di opere di protezione dei beni archeologici all’aperto e sommersi.
Partecipa alla formazione dei restauratori con l’insegnamento dell’archeologia e della storia dell’arte antica  nella SAF.
Supporta la Direzione nella valorizzazione e promozione del lavoro svolto dall’Istituto sul patrimonio archeologico.
Collabora con Enti pubblici e Soprintendenze per la definizione di progetti e interventi di conservazione e ricerca.
Collabora con le forze dell’ordine, particolarmente i Carabinieri Nucleo TPC, per gli interventi conservativi su opere trafugate e danneggiate recuperate.
Partecipa alla redazione del Bollettino ICR, cura pubblicazioni a carattere didattico e scientifico inerenti l’attività svolta.
Ha partecipato al recupero, alla messa in sicurezza e alla progettazione di interventi conservativi sul patrimonio danneggiato da eventi calamitosi come il sisma d’Abruzzo del 2009.

Gli archeologi del servizio dirigono lavori di restauro e cantieri didattici in Italia e all’estero.
Partecipano a progetti internazionali di restauro, formazione, aggiornamento e ricerca.
Partecipano alla definizione di modelli schedografici (schede conservative) nel rispetto delle norme e indicazioni dell’ICCD (GESMO).
Esprimono parere per la concessione della Garanzia di stato sostitutiva (Indemnity).