• home
  • L'istituto - News

Si consolidano le relazioni con l’Università coreana. Workshop bilaterale a Seul

Data: 31/10/2017

La conservazione delle decorazioni pittoriche per l’architettura al centro della tre-giorni di scambi tra esperti dell’ISCR e del KNUCH, a un anno dalla firma del Protocollo d’intesa.

Il primo workshop bilaterale Corea Italia dal titolo Scienza e tecnologia applicate alle decorazioni pittoriche dell’architettura: Conservazione preventiva e restauro si è tenuto dal 17 al 19 ottobre scorso a Seul presso il National Palace Museum of Korea.  Gli undici esperti (cinque appartenenti all’ISCR e sei del KNUCH, Korea National University of Cultural Heritage) si sono alternati al tavolo dei relatori durante le tre giornate dei lavori a cui hanno potuto assistere anche gli studenti del KNUCH:

Intorno al tema della conservazione delle pitture di decorazione dell’architettura si è sviluppato un confronto ad ampio raggio che ha voluto integrare ricerche scientifiche, interventi di restauro e strategie gestionali applicate al Patrimonio Culturale, con particolare riguardo per quello coreano e italiano. Uno degli obiettivi principali dell’incontro è stato il rafforzamento della collaborazione tra gli esperti italiani e coreani che hanno aderito al progetto, proseguendo sulla via aperta grazie dal Protocollo di Intesa tra l’ISCR e il KNUCH siglato nel novembre dello scorso anno.

Il workshop ha dato conto di alcuni aspetti dei principali risultati raggiunti da italiani e coreani nell’ambito della pittura che decora l’architettura, compresa la conservazione della pittura murale e le tradizionali decorazioni dipinte a più colori dell’architettura, sia all’esterno che all’interno, con un’attenzione particolare per la conservazione nelle varie condizioni ambientali.

Tra i temi delle “lectures”, archeologia, ambiente, tecnologie di osservazione da satellite, analisi dei materiali, tecniche di conservazione, il sistema Carta del Rischio e gli aspetti legislativi.   

Il workshop bilaterale è stato organizzato dal Department of Heritage Conservation & Restoration del KNUCH, dall’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro e dall’Ambasciata Italiana nella Corea del Sud.